Tag Archivio per: fiore

Oggi, sabato 20 maggio 2023, si celebra la Giornata mondiale delle api; la cui vita è minacciata da pesticidi, continui cambiamenti climatici e dall’agricoltura intensiva.

Da chi è stata creata questa giornata e perché è stato scelto proprio il 20 maggio? E’ stata istituita dalle Nazioni Unite il 20 dicembre 2017, su iniziativa della Slovenia, ed è stata festeggiata per la prima volta il 20 maggio dell’anno successivo; data che coincide con la nascita di Anton Janša, apicoltore e padre delle tecniche di apicoltura moderna nella Slovenia.

L’apiario di Janša a Breznica.

L’obbiettivo della Giornata mondiale delle api è quello di SENSIBILIZZARE la popolazione mondiale su quanto sia importante PROTEGGERE questi ed altri insetti; ricordando all’umanità quanto DIPENDIAMO dalle api e d’altri impollinatori.

Chi sono gli impollinatori e perché svolgono un ruolo fondamentale negli ecosistemi e nei nostri sistemi alimentari? Gli impollinatori comprendono api, vespe, farfalle, ditteri, falene, coleotteri e altre 20 mila specie che, come afferma la FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura), contribuiscono alla produzione alimentare tramite l’impollinazione nelle colture.

L’impollinazione è il trasporto del polline da un apparato riproduttore maschile di una pianta ad uno femminile; se avviene negli apparati di uno stesso fiore l’impollinazione si dice autogama, mentre, se avviene tra apparati di fiori differenti, purché appartenenti alla stessa specie, si dice che l’impollinazione è eterogama. Il tipo di impollinazione più importante è entomogama, ovvero, quella effettuata dagli insetti, in particolare dalle api; può avvenire, inoltre, tramite il vento, l’acqua o altri animali (es. volatili).

L’impollinazione è il primo passo per la sopravvivenza e l’evoluzione dei vegetali, in quanto, regola il processo di riproduzione delle piante e tutela la biodiversità (la varietà di organismi, piante, animali ed ecosistemi presenti sulla Terra e collegati tra loro, in quanto sono essenziali per la reciproca sopravvivenza).

Ci siamo accorti che molti di voi che leggono il nostro blog ancora non ci seguono sulla nostra pagina Instagram, cosa stai aspettando? Clicca SEGUI per essere reindirizzato sulla nostra pagina Instagram e inizia subito a seguirci, per non perderti altri articoli come questi! A te non costa nulla, ma per noi può fare la differenza; per raggiungere sempre più persone tramite i nostri contenuti e crescere.

La biodiversità è la varietà di organismi, piante, animali ed ecosistemi presenti sulla Terra e sono tutti essenziali per la reciproca sopravvivenza. L’estinzione di una singola specie può avere impatti notevoli sulla qualità di vita di tutte le altre specie; infatti, se, ad esempio, le api si estinguessero, le colture alimentari diminuirebbero: sparirebbero la produzione di caffè, mele, mandorle, pomodori e cacao. Senza api, inoltre, l’uomo non sopravviverebbe più di quattro anni; a spiegarcelo è una celebre frase attribuita ad Albert Einstein: «Se un giorno le api spariranno, l’estinzione del genere umano seguirà quattro anni più tardi».

A tutelare la vita delle api vi sono gli apicoltori, tra cui Dario Paladini, un giornalista che alleva api e che ha scritto un libro-diario intitolato “IO STO CON LE API”.

Nel libro racconta la storia di alcuni apicoltori che cercano di salvare le api dal cambiamento climatico e dai pesticidi; analizzando le api morte e il miele che producono.

Acquista il libro su Amazon tramite il nostro link

Il miele, per essere sostenibile, deve avvalersi della certificazione WBA (World Biodiversity Association) e, quindi, essere prodotto localmente e secondo il rispetto della biodiversità.

Se ti è piaciuto questo articolo, lascia un commento, condividilo con i tuoi amici e sui tuoi profili social.
Per non perderti altri articoli come questo, se ancora non lo hai fatto, seguici e lascia un like sulle pagine di Facebook, Instagram e del nostro network telegram, tramite i pulsanti qui sotto.